La visita pastorale del Vescovo Coccapani nel 1626 riscontra l'esistenza di un oratorio a "Cà Bertachiorum" (1). L'oratorio sarà dedicato a S. Maria della Rosa; si cambiò poi in tempo di peste ai SS. Rocco e Sebastiano ed ancora alla Madonna del Carmelo. Con tale titolo sarà indicato dalla visita Marliani del 1664. Nel 1725 l'oratorio è pericolante e si minaccia di demolirlo se non si fossero provveduti ai restauri entro due anni (2). Si trovava a lato della provinciale diretta a Regnano e fu interamente abbattuto nel corso degli scorsi anni (3). Nel 1971 la Società Reggiana di Archeologia vi conduceva uno scavo autorizzato dalle competenti autorità. Venivano riportate alla luce importanti reperti in terracotta, osso, pietra e bronzo cronologicamente attribuiti al bronzo finale protovillanoviano (4). In un edificio a margine della strada è visibile una maestà in nicchia dedicata nel 1911 da Caraffi Giuseppe alla Madonna delle Grazie. Nel gruppo di fabbricati contigui si evidenzia una torre colombaia riferibile al XVII-XVIII secolo; presenta una pianta quadrangolare con coperto a quattro falde impostato su una cornice di gronda a gola.

Altre Informazioni

Bibliografia
(1) MILANI 1971, 107-111; (2) MILANI, op. cit. ; (3) NEVIANI 1978, 76; (4) S. R. A. 1973, II, 57-59.
Riferimento cartografico IGM
IGM F 86 IV SO