Nucleo rurale situato sui pendii prospicenti la confluenza del torrente Tassobbio nell'Enza. E' un esempio di aggregato lineare di costa sorto in corrispondenza di substrati rocciosi. Era villa della Contea di Crovara e feudo dei "Dalla Palude", soggetta alla Comunità di Crovara e sotto la parrocchia di Compiano. Alla fine del Settecento il Ricci ne indica la popolazione compresa in quella di Crovara, di 240 abitanti (1). La chiesa, dedicata a S. Rocco, fu costruita o riedificata nel 1818 per opera di certo "Don Giuseppe del fu Bartolomeo Bassi" (2). Il centro storico dell'abitato ha subito alterazioni margiali ed è meritevole di particolare tutela: vi si osserva una casa a torre capitozzata dal terremoto del 1920 con portale quadrangolare decorato mediante dadi aggettanti crociati, datato "1680". Nello stesso edificio è visibile una formella incastonata scolpita a rilievo con un profilo attribuibile al XV sec.. Sempre nel paese è notabile una piccola corte chiusa con un loggiato impostato su colonnine in laterizio, attribuibile al XVII-XVIII sec.. Numerosi conci angolari recano incisioni decorative zigrinate.

Immagini

Altre Informazioni

Bibliografia
(1) RICCI 1788, 190; (2) SCURANI 1895, III, 59.
Riferimento cartografico IGM
IGM F 85 I SE