Il mulino sorge isolato in una vallecola tra Cavola e Stiano, alla destra del rio Pietra Grossa. Il complesso potrebbe forse riferirsi al mulino di Cavola di proprietà della Comunità censito nel 1821. Già dei Baroni il mulino ha interrotto l'attività nel 1968-70 c. L'edificio in parziale rovina presenta una struttura a pianta quadrata con portico e paramento in pietra. L'interno a piano terreno è articolato in un vasto locale per la lavorazione con tre coppie di macine, relativi telai ed attrezzature lignee, azionate da ruote con trasmissione orizzontale a mescoli.

Altre Informazioni

Riferimento cartografico IGM
IGM F 86 III SO