Si tratta di una targa in marmo sostenuta da fermi metallici. Essa consta delle fotografie smaltate, dell'epigrafe e di dieci nominativi dei caduti in rilievo. Il committente è l'Amministrazione comunale di Campagnola. La targa è stata scoperta il 20 novembre 1977. Nel 1979 il monumento è stato risistemato in seguito a danneggiamenti compiuti da ignoti nella notte del 14 maggio.

Iscrizione

«CHI HA VISSUTO LE ORE DI ERBE E CESPUGLI LACERANTI I NASCONDIGLI DI SENTINELLE,/ SA CHE CON IL NOME DI 'RESISTENZA' E' STATA CHIAMATA LA COSCIENZA/ DELLA CIVILTA' CONTRO GLI ASSASSINI DELLA STORIA DEL MONDO./ LA MORTE DEI PARTIGIANI E' MORTE CHE LA STORIA RICORDA - I LUOGHI I NOMI -/ ESSA NON HA BISOGNO DI SCUSE, DI PENTIMENTI, DI CONFESSIONI, DI RITORNI/ NEGLI ANNI INTORNO AL 1945 E' DIVENUTA MATURA UNA CRONACA DELLA/ COSCIENZA DELL'UOMO…/ SALVATORE QUASIMODO»

Immagini