Nucleo situato alla destra del fiume Enza tra il canale Ricò ed il canale della Vigne. Con il nome di "Octabianum" è citato in un documento del 963 (1) ed ancora nel 1357 come "Villa de Taviano" nelle divisioni dei beni dei nobili di Vallisnera (2). Il borgo attuale ha subito notevoli rimaneggiamenti. Si osservano ancora due schiere di edifici con portali finemente zigrinati; notabili inoltre due icone in marmo carrarese riferibili al XVIII - inizi XIX sec. , ed un catenaccio in ferro seicentesco con piastra incisa.

Altre Informazioni

Bibliografia
(1) TORELLI, GATTA 1941, LXI; (2) MICHELI 1915, 40.
Riferimento cartografico IGM
IGM F 85 II NO