Nucleo situato tra il rio dei Segalari ed il rio dell'Apicella. Nel 1354 troviamo indicato un "Beneficium Moroelli de Castagneto in dicta Ecclesia" riferito alla chiesa di Camporella, nell'ambito del plebanato di S. Vincenzo (1). E' citato come "Villa de Castagneto" in un documento del 1357 (2). Nel Censimento Estense del 1415 figura avere 36 abitanti, in case "muratae et coperta e paleis" e 5 case non meglio descritte (3). Il feudo apparteneva alla famiglia Vallisneri, alla quale fu confermato da Lionello d'Este nel 1444. Il borgo attuale ha subito notevoli manomissioni. Sono osservabili tre portali di cui il primo con arco a tutto sesto, datato "1666", il secondo mostra un architrave ad arco abbassato con incisioni simboliche ed il terzo è a stipiti monolitici con decorazioni a losanghe. L'oratorio dedicato alla Annunciazione presenta una facciata ottocentesca. E' visibile l'impianto abbandonato del vecchio mulino a ruote orizzontali alimentato dalle acque del rio Alpicella, di cui rimangono solo alcune macine. Un secondo mulino, denominato "Laghi", sorgeva ad est del paese ed è andato completamente distrutto.

Altre Informazioni

Bibliografia
(1) SCHIAVI 1925-1940, I, 73; (2) MICHELI 1915, 203; (3) MICHELI 1915, II, 13.
Riferimento cartografico IGM
IGM F 85 II SO