Il gruppo di case a margine dell'incrocio stradale costituiva l'antico borgo di Montecavolo che, come località, è nominata nel 1080 (1). Il nucleo presenta ancora tipologie di derivazione rurale. La cortina edilizia si dispone all'incrocio della strada di Reggio con la Pedemontana e lungo la via per Salvarano. Nel 1650 è costruito l'oratorio di S. Rocco che, rovinato, è riedificato nel 1742; sarà atterrato alla metà del XIX secolo ed ancora ricostruito nel luogo attuale (2). L'oratorio, oggi in cattive condizioni strutturali, fiancheggia la vecchia strada del borgo per Salvarano. L'accesso avviene direttamente dalla strada a lato della struttura che è priva della facciata. Il prospetto volto ad est presenta solo una lunetta superiore ed un coronamento a frontespizio. L'oratorio è articolato ad un complesso di edifici civili di interesse tipologico. A fianco di questo, internamente al cortile, è visibile una torretta colombaia del '600, conclusa da una cornice di gronda sagomata, appartenente allla famiglia Nobili. All'ingresso dell'abitato si trova un caseificio novecentesco in stile neo-rinascimentale.

Altre Informazioni

Bibliografia
(1)TIRABOSCHI 1821-25, II, 64; (2)SCURANI 1895, III, 415.
Riferimento cartografico IGM
IGM F 86 IV NO