Tra la via Casalpò e la via Zappellazzo si segnala un edificio rurale a corpi giustapposti, in linea, con porta morta. Il civile su due livelli nella parte di ponente della costruzione, ha copertura a tre falde; le luci regolari sono simmeticamente distribuite. Il rustico ha tetto a due falde sfalsate con creste frangifuoco; il fronte sud è caratterizzato da un portico architravato a tre luci. Notabili bassi rustici, con copertura a capanna e portico architravato a tre luci. A margine della strada rimane una cappelletta detta maestà Filippini, dedicata alla Madonna con il Bambino. Presenta una ampia nicchia in volto con coperto a due spioventi su cornice di gronda modanata; è stata restaurata nel 1927 e 1978.

Altre Informazioni

Riferimento cartografico IGM
IGM F 74 IV SO