Nel XVII secolo la località viene infeudata, in dipendenza della Comunità di Ligonchio, alle tre famiglie Bertacchi, Bernardi e Ferrarini. Nel 1750 passerà ai Becchi ed infine ai Cantuti-Castelvetri (1). Gli edifici che vi si innalzavano originariamente hanno subito gravi dissesti ad opera del sisma avvenuto nel 1920. E' solamente notabile una maestà a pilastro con nicchia votiva, attribuibile al XIX secolo.

Altre Informazioni

Bibliografia
(1) MILANI 1938, 328.
Riferimento cartografico IGM
IGM F 96 I NE