Il mulino è censito nella Carta idrografica d'Italia del 1888 ed è ancora visibile ad alcune centinaia di metri ad est dell'abitato di Casalino (1). Il fabbricato è stato disattivato fin dagli inizi del XX secolo; è a pianta rettangolare con tetto a due acque articolato su un solo livello. L'impianto era azionato da ruote di tipo orizzontale di cui non rimane traccia.

Altre Informazioni

Bibliografia
(1) C. I. I. 1888, 142
Riferimento cartografico IGM
IGM F 96 I NE