Nucleo rurale situato in corrispondenza dei rilievi marnosi alla destra del fiume Secchia e ad ovest della borgata di Cinquecerri. La villa di Giarola ha sempre seguito le vicende politico amministrative del feudo di Piolo. Per l'amministrazione religiosa essa dipendeva sino al 1792 dalla chiesa di Busana per passare in quell'anno sotto la parrocchiale di Cinquecerri (1). Nell'estremità orientale ed occidentale dell'abitato si innalzano due maestà a pilastro rinchiudenti in nicchia immagini a tutto tondo della Beata Vergine; i manufatti sono attribuibili al XIX secolo. Nel paese si osserva un oratorio a pianta rettangolare con tetto a doppio spiovente, dedicato al "Gesù Bambino di Praga" dall'omonimo santuario di Spotorno in provincia di Savona. L'oratorio, recentemente ristrutturato, non mostra caratteri di particolare pregio. E' notabile una vicina schiera di edifici rurali adibiti a servizio, articolati in direzione sud-nord lungo il pendio a contorno di una vasta aia lastricata. Nella facciata di un edificio situato alla estremità orientale del borgo è visibile una chiave di volta, forse di recupero, recante il millesimo "1779".

Altre Informazioni

Bibliografia
(1) MILANI 1938, 124;
Riferimento cartografico IGM
IGM F 85 II SO