Il manufatto consta di una lapide in marino bianco. L'epigrafe è stata dettata da Pietro Marani. L'inaugurazione risale al 25 agosto 1945. La collocazione attuale è successiva al riadattamento dell'isolato, avvenuta negli anni Settanta.

Iscrizione

«QUI LA TURPE BARBARIE FASCISTA/ STRONCANDO COL PIOMBO NELLA NOTTE DEL 3 FEBBRAIO 1945/ L'ARDENTE GIOVINEZZA DI/ CARABILLO' CRISTOFORO D'ANNI 28 DA PALERMO/ LUSUARDI SANTE D'ANNI 21 DA CORREGGIO/ TOGNOLI VITTORIO D'ANNI 24 DA SCANDIANO/ TURCI DINO D'ANNI 20 DA CORREGGIO/ CONDANNAVA SE STESSA PEI SECOLI ALL'OBBROBRIO DEI POPOLI CIVILI/ E CONSACRAVA ALLA GLORIA IMMORTALE/ I VINDICI DELLA LIBERTA I MARTIRI DELLA PATRIA/ IL POPOLO DI VIA PORTA BRENNONE E DELLA RACCHETTA/ POSE»