A questo toponimo riportato nella carta topografica del Ducato Estense agli inizi dell'Ottocento, si rapporta un complesso rurale a corte chiusa circondata da muro sito tra il cimitero di Guastalla e la linea ferroviaria. Notabile un edificio civile su due livelli e tetto a due falde. Il rustico è porticato con tetto a due falde. Ad esso è adiacente il caseificio, in disuso, a pianta quadrangolare, caratterizzato da luci a traforo in laterizio con motivo a croce e cerchio(1). A margine della ferrovia rimane un pilastro probabilmente supporto di una maestà.

Altre Informazioni

Bibliografia
(1)MUSSINI, MURARO 1989, 247.
Riferimento cartografico IGM
IGM F 74 IV NE