Il monumento è in cemento e marmo rosso e presenta una lastra di marmo bianco, con epigrafe in incavo e fotoceramiche corrispondenti ai nominativi dei caduti. Alla sommità dell'edicola è posizionata una stella a cinque punte rossa. L'opera è stata commissionata dall'Anpi di Cavazzoli e l'inaugurazione del primo monumento risale al 3 marzo 1946. In seguito il geometra Antonio Picelli e l'architetto dell'8' circoscrizione Omar Mezzetti ristrutturarono l'edicola ricavando uno spazio monumentale sul lato della strada. L'inaugurazione risale al 14 novembre 1995.

Iscrizione

«CADUTI PER LA LIBERTA'/ GUARDASONI ADALGISO/ NATO 1 GENNAIO 1925/ CARRI GIUSEPPE/ NATO 20 APRILE 906/ FRANCHINI FAUSTO/ NATO 11 SETTEMBRE 1900/ BERTANI PROSPERO/ NATO 27 GIUGNO 1890/ TRUCIDATI IL 19 NOVEMBRE 1944»

Immagini