Il monumento consta di alcuni gruppi scultorei in bronzo posizionati su di uno zoccolo in cemento. Le sculture raffigurano una fucilazione e rappresentano l'eroicità della libertà nata dal sacrificio. L'inaugurazione del monumento è avvenuta il 9 maggio 1976. Realizzata dallo scultore Luigi Ferretti, l'opera è stata realizzata grazie all'iniziativa di un Comitato promotore composto dal Consiglio di quartiere, dalle sezioni di Pci, Dc, Psi, Fgci, Fgs, dal Movimento Giovanile Dc, dall'Anpi, l'Ancr e dal Comitato onoranze Arci-Uisp.

Iscrizione

«QUI LA FORTE ITALIA D'EMILIA/ IL GIORNO SORTO DAL SANGUE/ LA SALDA LUCE SOLIDIFICATA/ PER SEMPRE ERETTA/ RAFAEL ALBERTI» (contenuto in una cornice metallica) «IL PRESIDENTE/ SANDRO PERTINI/ RESE OMAGGIO ALLA/ MEMORIA DEI MARTIRI 15 GENNAIO 1984»

Immagini