Il monumento presenta una struttura di forma circolare. Si tratta di un anello costituito da rilievi in bronzo e sostenuto da tre elementi piĆ¹ esili. Il Comitato promotore intese il monumento come celebrazione che "esaltando la Resistenza, ricordi e onori i caduti di tutte le guerre". In questo elemento in bronzo sono rappresentati realisticamente e simbolicamente i fatti drammatici delle due grandi guerre e della lotta di liberazione (assalti alla baionetta, aquila bicipite, episodi di resistenza, stragi, bombardamenti, scheletri urlanti, lager, la fucilazione dei sette fratelli Cervi, mostri immaginari generati dal sonno della ragione). Marino Mazzacurati fu l'artista incaricato dal Comitato promotore di progettare il monumento. Tuttavia, a causa della morte improvvisa dello scultore, avvenuta il 18 settembre 1969, il monumento venne ultimato dai suoi allievi Rocco Falciano e Ettore De Conciliis. I disegni preparatori di Mazzacurati subirono qualche modifica, tuttavia la natura del monumento non venne stravolta. L'inaugurazione risale all'8 novembre 1970.

Iscrizione

NESSUNA ISCRIZIONE

Immagini