Numerosi incongruenti interventi edilizi hanno alterato il paesaggio storico-architettonico della borgata di Vallisnera di Sopra nella quale rimangono due soli edifici notabili. Il primo, situato a lato della vecchia carreggiabile che attraversava l'abitato, è costituito da un corpo di fabbrica a pianta quadrata e tetto a quattro spioventi con portale di ingresso ad arco a tutto sesto recante in chiave il millesimo "1819". Il secondo edificio si innalza isolato nella estremità occidentale dell'abitato e mostra caratteristiche consimili al primo, con la eccezione dell'accentuato verticalismo impostato su due piani di abitazione. Il portale di ingresso è in arenaria riquadrata. La borgata conserva alcune icone marmoree di pregio artistico tra cui è particolarmente significativa la immagine scolpita a bassorilievo della B. V. con il Bambino, racchiusa nella nicchia votiva di una maestà a pilastro, adiacente alla fontana del paese. Il manufatto è probabilmente attribuibile al XVIII secolo. Una seconda icona in marmo statutario raffigurante la Beata Vergine con il Bambino reca la dicitura "1780 L. B. U. D. G. P. A. M. U. P. S. D. ". Una terza icona marmorea raffigurante la Beata Vergine è singolare per l'arcaicità della raffigurazione. Significativa è un'altra icona marmorea settecentesca raffigurante la dannazione infernale, mentre una quinta immagine della Beata Vergine coronata con il Bambino riporta la dedica "B. V. M. DEI GU. LI PIETRO ANGELO VALLISNERI 1838".

Altre Informazioni

Riferimento cartografico IGM
IGM F 85 II SO