Il manufatto è in marmo e sulla superficie superiore l'epigrafe, dettata da Gianni Bonazzi, è accompagnata dalle fotografie smaltate dei sei caduti. Nel basamento sono incisi i nominativi e le generalità. L'inaugurazione risale al 16 dicembre 1945.

Iscrizione

«FUROR NAZIFASCISTA/ QUI CI SPENSE/ AMOR DI PACE/ E DI LIBERTA' CI VINSE/ IL SANGUE NOSTRO/ ITALIA/ QUI REDENSE/ MANFREDI ALFEO ANNI 35 17.XII.44/ FERRARI FRANCO ANNI 18 17.XIL44/ FERRARI EMIDIO ANNI 24 17.XII.44/ ORSINI ANGIOLINO ANNI 28 17.XII.44/ GRAZIOLI EMORE ANNI 18 29.X1.44/ BARTOLI AMOS ANNI 18 24.IV.45»

Immagini