Nucleo ad impianto indifferenziato sui pendii orientali della Pietra di Bismantova. In questa località venne trovata una tomba ad incenerazione il cui corredo è databile al VI-V sec. a. C. (1). Un'abitazione ed una famiglia di Casale compaiono nell'estimo di Castelnuovo del 1630-31 (2), mentre 26 nuclei familiari con oltre 27 case ed un capannone sono indicati nell'estimo di Bsmantova del 1611 (3). Si evidenzia senza particolari distinzioni la casa con torretta dei Baroncini; presso la stessa è posta una maestà dedicata alla Madonna col Bambino siglata e datata "B. G. S. 1879". L'oratorio dedicato ai SS. Angeli Custodi ha una semplice struttura con facciata a capanna conclusa da una cornice di sottotetto a gola, portale architravato e fnestrella quadrilobata superiore. L'interno è a volta a botte; sulla soglia una epigrafe ricorda il restauro del 1920. La copertura è in coppi, sormontata da un campaniletto a vela. Nella casa a fianco è visibile un concio sigliato e datato "1708 MV ". In fondo all'abitato è un interessante esempio di struttura vernacolare, appartenente ai Baroncini, di antica fattura anche se in parte rimaneggiata ed in parte cadente. Presenta una pregevole paramento rustico con prospetto est fuori piombo; il coperto è a due ampi spioventi in coppi. Isolata dal borgo è visibile una curiosa torretta a pianta ottagonale adibita a residenza. Il rivestimento ad intonaco non consente l'esame delle caratteristiche del paramento murario. Nell'abitato sono evidenti diverse alterazioni degli elemeti tipologici e strutture originarie.

Altre Informazioni

Bibliografia
(1) SACCANI 1962, II, 527; (2) Archivio Storico del Comune di Castelnuovo nè Monti, estimi, sec. XVII; (3) Archivio Storico Comunale di Castelnuovo nè Monti, Estimi di Bismantova, sec. XVII.
Riferimento cartografico IGM
IGM F 85 II SE