La località nel 1663 era una delle ville dipendenti da Montebabbio. Si segnala un complesso rurale, articolato in vari corpi separati, di interesse tipologico. Il nucleo centrale, con edifici costruiti interamente in pietra, è certamente il più antico. In proprietà della famiglia Ovi è in stato di abbandono. Il vicino oratorio presenta una semplice facciata a capanna orientata a levante. La struttura in pietra con angolari parzialmente rifiniti è in pessime condizioni. Sul tetto è collocato un campaniletto a vela.

Altre Informazioni

Riferimento cartografico IGM
IGMF 86 IV SE