Questa località è ricordata come appartenente al feudo di Giandeto in una descrizione fatta nell'anno 1604 (1). L'oratorio di San Gregorio Magno di proprietà di Don Serri è ricordato come officiato nel 1890 (2). Sono conservati in gran parte inalterati i caratteri vernacolari degli edifici del borgo. Su un vicino rialzo è visibile una torretta colombaia; questa presenta una struttura in pietra con coperto a quattro falde, portale archivoltato ed un cordolo di colombaia a dente di sega e lineare sovrapposti, disposto molto in alto quasi sotto alla linea di gronda.

Altre Informazioni

Bibliografia
(1) MILANI 1953, 83; (2) MILANI 1953, 141.
Riferimento cartografico IGM
IGM F 86 IV SO