Piccolo abitato disposto in costa alle falde orientali del monte Muggi tra la valle del t. Tassobbio e la valle del t. Campola. Presenta una disposizione lineare a bastione particolarmente evidente dalla sottostante strada da Sarzano a Canossa. Gli edifici sono comunque dimessi, in parte recentemente ristrutturati ed impropriamente rivestiti ad intonaco bianco. In una delle case è visibile la traccia di un portale ad arco a tutto sesto, con elementi monolitici zigrinati, ora tamponato con finestra; sopra è posto un concio rozzamente siglato "Tenente Sante Rinaldi - 1760". Il Cremona - Casoli vi aveva inoltre rinvenuto una "rozza e grossolana scultura in pietra arenaria di quelle stesse montagne, raffigurante una testa d'uomo, murata fra i sassi della rustica facciata". Lo stesso visitatore avrebbe acquistato ed asportato il reperto. Il Saccani vi segnala un antico ed abbandonato oratorio al quale suggerisce un poco probabile riscontro con la chiesa di Monte dè Baratti (1).

Altre Informazioni

Bibliografia
(1) SACCANI 1926, 109
Riferimento cartografico IGM
IGM F 86 IV SO