Verso la fine del secolo XVIII venne iniziata la costruzione di un primo casino di villeggiatura da parte di una famiglia modenese; in breve tuttavia si arrivò ad una sospensione dei lavori ed alla cessione dell'area ai Ferrarini. L'attuale impianto deriva da una complessa ristrutturazione realizzata nel 1925. Presenta un volume compatto, a pianta quadrangolare, articolato su quattro livelli e concluso da tetto con culmine a terrazzo. E' notabile la fascia decorata nel sottotetto. Un piccolo parco circonda la villa e l'interessante rustico del custode con tipologia a chalet.

Altre Informazioni

Riferimento cartografico IGM
IGM F 86 I SO