Il toponimo identifica una antica stazione di dazio al confine tra il territorio del Ducato di Parma e quello di Modena e Reggio. A sud - est di Caprara, in prossimità dell'autostrada, si trova un complesso rurale a corpi separati di cui da evidenziare il casino civile. La costruzione, con parziale basamento a scarpa, su due piani e sottotetto conclusa da una copertura a quattro falde. I prospetti risultano manomessi; le luci sono regolari ma variamente distribuite e la base a scarpa non è presente su tutti i fronti. Sul fronte nord è notabile una nicchia a tutto sesto con cornice recante un'immagine votiva.

Altre Informazioni

Bibliografia

Riferimento cartografico IGM
IGM F 74 III NO