Nella località riportata l'esistenza un tempo di un grande villaggio dell'età del bronzo a perimetro quadrangolare(1); vi sono affiorati, inoltre, frammenti ceramici dell'età del ferro e dell'età romana (2). Il toponimo distingue un rilevante complesso rurale a corte aperta, ristrutturato, costituito da un edificio a corpi giustapposti orientato in direzione nord-sud. Il civile occupa la parte settentrionale della lunga costruzione; i due piani e il sottotetto presentano luci regolari e simmetricamente distribuite. Il rustico è fronteggiato da un portico architravato a cinque luci architravate a tutta altezza. La copertura a due falde a colmo indifferenziato con cresta frangifuoco. A ponente della via Braglia rimane un secondo edificio rurale a corpi giustapposti in linea, orientato in direzione est-ovest, con porta morta a sesto ribassato -ora tamponata e ridotta. La copertura è a due falde a colmo indifferenziato. Il civile, ad est della costruzione, si articola su tre livelli.

Altre Informazioni

Bibliografia
(1)TIRABASSI 1979, 40-41; (2)TIRABASSI 1981, 2-4.
Riferimento cartografico IGM
IGM F 74 III NO