Interessante opificio situato a lato della SS. 63. Il meccanismo, azionate tre coppie di macine, è costituito da una ruota orizzontale a mescoli in ferro collegata con un lungo ingranaggio verticale esterno, all'impianto macine entro l'edificio. Il mulino figura già esistente agli inizi del XIX secolo ed è censito nella Carta idrografica d'Italia del 1888 come mulino Riccò poi Casanova (1).

Altre Informazioni

Bibliografia
(1) C. I. I. 1888, 142.
Riferimento cartografico IGM
IGM F 85 II SO