Anticamente nella località si trovava solo un fabbricato adibito ad osteria dalla famiglia Bottazzi(1). Nel 1870 c. il Comune di Albinea acqusta l'intero palazzo di Fola e dopo una perizia dell'Architetto Pietro Marchelli se ne dà avvio ai restauri (2). L'edificio restaurato nel 1915-'18 è infine demolito nel 1973 per la costruzione del nuovo centro civico (3). Gli edifici caratterizzanti l'attuale centro sono riferibili ai primi decenni del Novecento. Si distinguono i villini novecenteschi del Prof. Merelli, affrescato nell'ingresso da Anselmo Govi e la villa Manzotti già Arduini (4). Le palazzine che circondano il quadrivio presentano la classica tipologia a volume compatto su base per lo più quadrata con tre livelli e coperto a quattro falde. Una certa ricerca compositiva è osservabile nel fabbricato adiacente al mulino. Sono ancora da segnalare un migliare ottocentesco con lo stemma del Comune di Reggio, la cabina Enel, il vecchio asilo infantile 'Principessa di Piemontè realizzato nel 1929 ed il caseificio con l'interessante prospetto a smusso.

Altre Informazioni

Bibliografia
(1) CORRADINI 1979, 11; (2) CORRADINI 1987, 31; (3) CORRADINI 1979, 184-185; (4) CORRADINI 1987, 98-101.
Riferimento cartografico IGM
IGM F 86 IV NE